Le categorie dei filtri solari

Quando si parla di categorie di filtri solari, ci si riferisce alla percentuale % di luce che raggiunge l’occhio quando attraversa una lente.

Le categorie dei filtri solari

Quan­do si par­la di ca­te­go­rie di fil­tri so­la­ri, ci si ri­fe­ri­sce alla per­cen­tua­le % di luce che raggiun­ge l’occhio quan­do attra­ver­sa una len­te.

La ca­te­go­ria della len­te di­pen­de da un va­lo­re che si chia­ma Tra­smis­sio­ne della luce vi­si­bi­le (Vi­si­ble Light Tran­smis­sion VLT) o **Tv **(va­lo­re di tra­smittan­za). Si tratta della mi­su­ra di quan­ta luce la­scia pas­sa­re la len­te ai tuoi occhi ed è espres­sa in per­cen­tua­le.

Di con­se­guen­za un va­lo­re di VLT DELL’1% in­di­ca delle len­ti ve­ra­men­te mol­to scu­re, men­tre un VLT del 100% si­gni­fi­ca che tutta la luce sta pas­san­do e in que­sto caso si tratta di len­te tra­spa­ren­te.

Gli occhia­li da sole de­vo­no ri­spetta­re de­ter­mi­na­te ca­ratte­ri­sti­che e tutte le len­ti da sole de­vo­no ri­por­ta­re in eti­chetta le in­for­ma­zio­ni sulle ca­te­go­rie. Le ca­te­go­rie sono suddi­vi­se in:

CA­TE­GO­RIA 0; 80-100% TV – Tra­spa­ren­ti/chia­re – As­sor­bi­men­to 0-20% Uti­lizzo: ri­du­zio­ne mol­to li­mi­ta­ta dell'abba­glia­men­to so­la­re. Per moda, uso in­ter­no o ore se­ra­li.

CA­TE­GO­RIA 1; 43-80% TV – Chia­re/semi chia­re – As­sor­bi­men­to 20-57% Uti­lizzo: pro­te­zio­ne li­mi­ta­ta con­tro l'abba­glia­men­to so­la­re. Per uso nelle gior­na­te nu­vo­lo­se.

CA­TE­GO­RIA 2; 18-43% TV – Scu­re– As­sor­bi­men­to 57-82% Uti­lizzo: buo­na pro­te­zio­ne con­tro l'abba­glia­men­to so­la­re, espo­si­zio­ne so­la­re me­dia.

CA­TE­GO­RIA 3; 8-18% TV – Mol­to Scu­re– As­sor­bi­men­to 82-92% Uti­lizzo: alta pro­te­zio­ne so­la­re, for­te lu­mi­no­sità.

CA­TE­GO­RIA 4; 3-8% TV – Scu­ris­si­me/co­pren­ti– As­sor­bi­men­to 92-97% Uti­lizzo: pro­te­zio­ne mol­to ele­va­ta con­tro i raggi so­la­ri estre­mi, ad esem­pio in mare, sui ne­vai, in alta mon­ta­gna o nel de­ser­to.

I fil­tri so­la­ri sono spes­so do­ta­ti di fil­tri anti-Uv che ga­ran­ti­sco­no la pro­te­zio­ne con­tro i raggi Uv fino a 400 na­no­me­tri. Mol­to spes­so la pro­te­zio­ne Uv è data dal ma­te­ria­le di base della len­te, quin­di la len­te è già di base con pro­te­zio­ne UV al di là della co­lo­ra­zio­ne.

Occorre sa­pe­re, in­fatti, che lo scher­mo con­tro gli ul­tra­vio­letti non è dato dal co­lo­re, bensì dal po­te­re fil­tran­te dell'occhia­le da sole, in­di­ca­to appun­to dalla ca­te­go­ria.

Le len­ti so­la­ri sono spes­so do­ta­ti di fil­tri anti-Uv che ga­ran­ti­sco­no la pro­te­zio­ne con­tro i raggi Uv fino a 400 na­no­me­tri. La pro­te­zio­ne Uv è, quin­di, data dal ma­te­ria­le della len­te, al di là della co­lo­ra­zio­ne spe­ci­fi­ca.

Occorre sa­pe­re, in­fatti, che lo scher­mo con­tro gli ul­tra­vio­letti non è dato dal co­lo­re in sé, bensì dal ma­te­ria­le della len­te da sole, il cui fatto­re di pro­te­zio­ne UV deve es­se­re appo­si­ta­men­te in­di­ca­to nel fo­glio illu­stra­ti­vo. La co­lo­ra­zio­ne della len­te, d'al­tra par­te, con­tri­bui­sce ad au­men­ta­re il fatto­re pro­tetti­vo dell'occhia­le in quan­to, ri­fletten­do par­te della ra­dia­zio­ne lu­mi­no­sa, ri­du­ce la quan­tità di raggi danno­si che raggiun­go­no l'occhio. In ge­ne­ra­le, si può affer­ma­re che la pro­te­zio­ne au­men­ta tan­to più la len­te è scu­ra.

E’ ovvio quin­di che una len­te con co­lo­ra­zio­ne CAT 4 pro­tegge mol­to di più di una con CAT 1 e così via.