Numerosi studi hanno dimostrato che le radiazioni luminose con una lunghezza d’onda compresa tra 400 e 540 nm, la così detta “LUCE BLU”, possono essere lesive per gli epiteli retinici.
La Luce Blu possiede un elevato valore energetico e, al fine di prevenire possibili danni, la quantità di energia che raggiunge l’occhio deve essere attenuata.

Oggi l’uomo ha creato il “giorno di 24 ore”, inteso quale periodo di luce, in quanto la luce blu viene diffusa nell’ambiente anche da dispositivi elettronici:

simbolo-sole

SOLE

simbolo-TV-per-sito-divel

PC

simbolo-tablet-per-sito-divel

TABLET

simbolo-smartphone-per-sito-divel

SMARTPHONE

simbolo-TV-per-sito-divel

TV

simbolo-lampadina-led

LED

I dispositivi digitali dotati di display non hanno modificato soltanto lo spettro luminoso al quale siamo esposti, ma anche le nostre abitudini visive. Trascorriamo molto più tempo guardando “da molto vicinoˮ rispetto al passato, affaticando i nostri occhi.

La presenza di luce blu nell’ambiente altera il nostro ritmo circadiano (veglia/sonno), stimolando la produzione nel nostro organismo della melanopsina che ha la funzione di orologio biologico (luce-buio = giorno-notte).

Occhi rossi e irritati, secchezza oculare, offuscamento della vista fino all’insorgere insorgere di patologie oculari quali cheratite, etc sono solo alcuni dei possibili effetti dannosi della luce blu.

DIVEL ITALIA ha studiato una gamma di soluzioni specifiche, per proteggere gli occhi da tali effetti.